#10

I labirinti morali, le nebbie esistenziali, le vite morte… ma anche le giornate di Sole: tutto passa da qui, da questo nero rettangolo di luce sintetica i cui confini squallidi, in un certo senso faticosi, anche gli dei schifano: baratro immane – chi ne varca i confini, non ritorna a casa. Prodigioso, il rettangolo, ma anche terribile. Gli dei, tuttavia, ne hanno bisogno. Ed è proprio qui vicino, infatti, che fluttua la loro nuova celestiale dimora: un nonnulla oltre gli ultimi pixel… dove il segnale muore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...