ॐ क्रीं कालिकायै नमः

Il fuoco ammalia… ti ammalia. Perfettamente naturale, ma per fortuna anche reversibile. Sono sempre stata al mio posto… al tuo fianco, a tenere fede al nostro patto di carne. Godi ancora, quando ricordi la nostra unione? Facciamo tutto nel Suo nome, non dimenticarlo mai… Perché se dimentichi tutto, se non rimani sul sentiero che abbiamo tracciato con le nostre carni, beh, tutto sarà stato vano… l’allucinazione diventerà la nuova legge e a quel punto nessuno di noi potrà più nulla… nemmeno Lui, che, per quanto inibito, incatenato, rimane comunque al di sopra di tutto. Ti ho visto suonare, ho visto la tua chitarra cadere. So perché l’hai lasciata andare. Ma Inana è solo un mezzo. Stavolta il guardiano è duale e le tue mani, pertanto, dovranno essere quattro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...